Fotografi e Videomaker

Fotografi e Videomaker

VOES Gian Calro Caboni & Dario Bertini, Wedding To Sardinia

 Fermare nelle immagini le emozioni e le storie è la motivazione che anima le opere di Gian Carlo e Dario.

Formati in ambienti differenti del panorama audiovisivo acquisiscono con gli anni le teorie e le tecniche del racconto per immagini attraverso molteplici linguaggi,  alimentando la propria passione per la cattura fotografica e video della vita.

Il loro è uno stile “non invasivo” tipico del reportage con una cura maggiore nel catturare l’attimo e renderlo speciale.

Luce, bellezza, colori di Sardegna: la gioia delle tue Nozze, negli scatti di Tania Mura, fotografa professionista.
La sua innata capacità di trasferire la luce naturale per far brillare le emozioni degli Sposi, la bellezza che investe e caratterizza i suoi servizi di Nozze, la gioia della libertà di sposarsi in Sardegna, nel cuore della Costa Smeralda, raccontata nella sua veste meno conosciuta, ma più autentica. I suoi scatti hanno la sensibilità di racchiudere tutto questo e di raccontarlo, per regalare agli Sposi la narrazione del loro amore in un vero e proprio viaggio fotografico straordinario…

Le sue foto? Inconfondibili. I suoi scatti… Un’immersione, tra il vivere e il sentire.

“Fotografare le emozioni della gente”, è questo che Tore Serra ama fare, durante le Nozze, durante un evento speciale, senza mai essere di troppo, ma con la consapevolezza di avere il privilegio di catturare il momento, la gioia, la naturalezza degli Sposi, in una parola l’incanto, proprio come il nome del suo marchio “Ipàntu”. Un nome scelto appositamente per valorizzare la tradizione sarda e rispettare il forte legame che lo unisce alla sua Isola: la Sardegna, musa che lo ispira, lo nutre e di cui Serra è un profondo conoscitore, appassionato di luoghi “inediti” e sconosciuti alle pagine patinate, dove la bellezza si esprime nella sacralità di location naturali scenografiche ed ammalianti…

Intimate wedding films: quando la realtà incontra la visione

Un futuro che si svela, quando la vita non è ancora chiara, mentre sembra solo infanzia e invece tutto è già deciso: è la storia di Daniele Paglia e la sua creatura, Clairside Video Production. Un destino guidato, un bambino che chiede una telecamera a sei anni, il tempo trascorso a giocare riprendendo scene come se le strade di paese fossero il set, e i suoi abitanti, gli attori protagonisti…

Gli scatti d’anima di Francesca Zinchiri, fotografa matrimonialista di “sentimenti senza artefatti”.

“Se nella mia vita mancasse la fotografia, mancherebbe tutto”: la cura e la passione che Francesca Zinchiri mette nei suoi scatti, trapelano dalle sue parole. Un tutto che è cura, un tutto che è conservazione della memoria, un tutto che si chiama fotografia.

L’obiettivo della reflex del padre è stato una costante nella sua infanzia, quando Francesca Zinchiri – fotografa professionista – ricevette la prima macchina fotografica, entrata nei suoi allora 6 anni e tornata a lei per professione…

I “racconti emozionali” di Sergio Sotgiu, videographer di Nozze

Accade tutto a Barcellona: il luogo, il momento, una coppia di sposi, e Sergio Sotgiu, videographer professionista allora ventenne, capisce di voler essere l’artefice di quel “carpe diem” filmato e documentato una volta per sempre…
Tornato in Sardegna, ha una consapevolezza nuova e un senso di responsabilità che, a distanza di così tanti anni dal primo montaggio, lo accompagna ancora: “Quando scelgono i miei servizi, gli sposi mi affidano molto di più di un lavoro, mi affidano il loro vissuto, il vissuto di un giorno irripetibile”…

Creare le Nozze, scriverne gli attimi con la luce e conservarli per sempre: l’arte dello Studio Ungaro

Fotografia, in greco scrivere con la luce, è qualcosa che Giovanna Ungaro ha amato ancora prima di possedere una macchina fotografica: è stata la propensione di bambina ad osservare la bellezza e la grandezza, dal basso della sua altezza d’infanzia, quando ammirava gli allestimenti dei ricevimenti parigini, i ricchi buffet, i palazzi storici che andava a visitare con la famiglia, le ville antiche e le vetrine degli Atelier più prestigiosi. Riferimenti sensoriali che, durante il periodo di trasferimento del padre in Francia, Giovanna Ungaro ha avuto modo di assorbire, di vivere e di conservare nella mente e nel cuore. L’attenzione al rigore, alla forma, ma anche la magia di un soggiorno durato pochi anni e intriso di ricordi che il padre, appassionato di fotografia, ha sempre fermato in uno scatto…